• IFCA
  • by Cristina Novellino
  • 16/04/2009
    Corso di Formazione per Infermieri
    logo  
    Ulcere da pressione: prevenzione e trattamento

    Organizzazione Scientifico/Culturale e Docenti:
    Dott. Federico Mayer
    specializzato in Gerontologia e Geriatria, Responsabile di U.O. di riabilitazione Neurologica Casa di Cura Villa Ulivella e Glicini- Firenze

    Dott. Rossano Vergassola
    Medico Cardiologo, Coordinatore Direzione Sanitaria Gruppo Giomi Firenze

    Docenti: Dr. F. Mayer, Dr. T. Biondi, Dr.ssa T. Lepori, L. Ghini, T. Palacios, G. Giuffrida,
    C. Monzon

    1° Edizione 6 giugno 2009 – Hotel Raffaello (Viale Morgagni n.4/6, Firenze)
    2° Edizione 13 giugno 2009 – Hotel Carolus (Via XXVII Aprile, Firenze)

    Obiettivo principale:
    Favorire la conoscenza della corretta gestione delle piaghe da decubito, la prevenzione delle stesse, la riduzione degli errori e la diffusione di una migliore qualità nella gestione dei servizi sanitari.
    “Ulcere da pressione: prevenzione e trattamento”

    L’ulcera da pressione è un’area localizzata di danno della cute e dei tessuti sottocutanei causata da forze di pressione, trazione, frizione o da una combinazione di questi fattori che si forma in corrispondenza di prominenze ossee e la cui gravità è classificata in stadi. Le ulcere da pressione colpiscono individui di tutte le età, prevalentemente istituzionalizzati, e comportano costi elevati sia in termini di sofferenza umana che di impegno di risorse. L’invecchiamento della popolazione e l’aumento delle malattie croniche determinano un aumento di tale problema. Contributi maggiori in ambito epidemiologico sulle ulcere da pressione ci vengono forniti da studi americani ed europei. Le indagini condotte negli ospedali mostrano valori di prevalenza abbastanza omogenei (8%-22% circa). Vi sono, tuttavia, studi nei quali la variazione dell’incidenza è sostanziale (17%-29%).
    Sottopopolazioni particolari (soggetti tetraplegici, anziani allettati, ricoverati nelle terapie intensive), possono correre un rischio maggiore di formazione di ulcere da pressione con prevalenze molto alte (33%-66%).

    IFCA
    IFCA
     
    Santa Chiara
    Santa Chiara
    L’inquadramento del paziente per la valutazione del rischio decubito è fondamentale. A questo scopo esistono scale valutative che indicano uno score di rischio sotto il quale è utile prendere provvedimenti. Tali scale valutano sia la mobilità che le condizioni cliniche del paziente.
    Gli interventi considerati sono relativi alla prevenzione e al trattamento. Sono stati presi in esame i trattamenti basati su prove di efficacia, quali la riduzione della pressione e le strategie per mantenere la tolleranza del tessuto sano (dove per tolleranza si intende: la capacità della cute e delle sue strutture di supporto di sopporta re gli effetti della pressione senza conseguenze nefaste).
    Esistono varie classificazioni delle ulcere da pressione. Quelle riconosciute a livello internazionale sono le EPUAP (European Pressure Ulcer Advisory Panel), tratte a loro volta dal National Pressure Ulcer Advisory Panel (NPUAP, Consensus Conference 1989).

    Programma

    08.45 – 09.00

     

    Registrazione dei partecipanti

    09.00 – 09.10

    Introduzione ed Epidemiologia

     

    Dr. Mayer

    09.10 – 09.30

    Fisiopatologia

    Dr. Biondi

    09.30 – 10.00

    Prevenzione: fattori di rischio, sistemi di supporto

    Dr.ssa Lepori

    10.00 – 10.25

    Prevenzione: posizionamento

    Sig.ra Monzon

    10.25 – 10.30

    Break

    10.30 – 11.00 Trattamento: cura della lesione e valutazione  

    Sig. Giuffrida

    11.00 – 13.30

    Trattamento: gestione delle complicanze

     

    Dr. Biondi

    11.30 – 12.00

    Scale di valutazione: N.P.U.A.P., Shea, Scala di Pfeiffer, MMSE, Braden, Exton-Smith, rischio nutrizionale

    Sig.ra Ghini

    12.00 – 12.20

    Dimostrazioni pratiche

    Sigra. Palacios

    12.00 – 12.20

    Esercitazioni pratiche con i discenti

    Sig.ra. Palacios

    12.00 – 12.20

    Discussione con l’aula e conclusioni finali

     

    Tutti

    18.20 – 18.30

    Questionario di verifica dell’apprendimento e schede di valutazione dell’evento

    Dott. Tullio Biondi, specializzato in Gerontologia e Geriatria, IFCA
    Dott.ssa Tiziana Lepori, specializzata in Gerontologia e Geriatria, IFCA
    Sig.ra Laura Ghini, IFCA
    Sig.ra Carolina Felicita Monzòn Alejos, IFCA
    Sig.ra Tania Violeta Palacios Borja, IFCA
    Sig. Giuseppe Giuffrida, Santa Chiara