• Sede
  • by Cristina Novellino
  • 07/12/2006
    Logo Policlinico Casilino Eurosanità
     
    Partecipata dal Gruppo GIOMI
    Inaugurazione del Presidio
    “Non abbandonarlo, affidalo a noi”
    presso il Policlinico Casilino

     

    Logo ASL RM B

     
      Logo Regione Lazio
    Il giorno 6 dicembre 2006 alle ore 11.30 è stato inaugurato presso il Presidio ospedaliero “Policlinico Casilino” Via Casilina, 1049 – ASL RM B il Servizio “Non abbandonarlo, affidalo a noi” alla presenza dell’Assessore alle Politiche Sociali e dei Servizi alla Persona del Comune di Roma Raffaella Milano, dell’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Augusto Battaglia, del Presidente del VIII Municipio, del Presidente del Tribunale per i Minorenni di Roma Dott.ssa Magda Brienza, del Comandante Maggiore Mauro Conte della Compagnia Carabinieri Roma Casilina, della Dott.ssa Chiara Giacomantonio della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato “Ufficio Minori”, del Dott. Emmanuel Miraglia, Consigliere Delegato del Gruppo GIOMI e Consigliere di Amministrazione di Eurosanità.

    Il Servizio, patrocinato dall’Assessorato alle Politiche Sociali e dei Servizi alla Persona – Promozione alla Salute del Comune di Roma, offre una struttura, le attrezzature e le procedure organizzative idonee all’accoglienza ed all’assistenza di neonati “abbandonati” a chi non si rivolge alle strutture sanitarie ed ignora il percorso che la Legge offre: il diritto di poter partorire in ospedale e di chiedere che venga mantenuto l’anonimato.
    Il fenomeno, rappresentato dai dati relativi al Policlinico Casilino registra, nel biennio 2004-2005, il maggior numero di abbandoni neonatali sul territorio di Roma con una percentuale dello 0,05 sul totale, pari all’1,1% sul territorio che racchiude i Municipi V, VI, VII, VIII e X.
    Nel solo corso del biennio 2005-2006 ci sono stati 17 casi di abbandono, due registrati dalla cronaca per le modalità indiscriminate.

    Il Presidio è situato in un luogo facilmente raggiungibile sia in auto che a piedi; è realizzato per offrire totale anonimato ai genitori e massima sicurezza al neonato partorito fuori dall’ospedale.
    Il prefabbricato, ubicato all’incrocio tra Via dei Tucani e la complanare Via Casilina, è composto da un piccolo atrio d’ingresso e dalla saletta in cui è situata la culla. Il posizionamento del neonato nella culla avviene attraverso l’apertura manuale di una finestra basculante opportunamente bilanciata ed a rilascio automatico. Il Presidio è collegato al triage del Pronto Soccorso tramite sensori volumetrici ed a contatto e ad una telecamera.

    Durante l’inaugurazione è stato trasmesso uno spot sul funzionamento del Servizio ed è stata effettuata la simulazione di un evento.

     
     
    La Repubblica, 7 dicembre 2006
    La Repubblica, 7 dicembre 2006
      La Repubblica, 7 dicembre 2006
     
    Il Messaggero, 7 dicembre 2006
    Il Messaggero, 7 dicembre 2006