Lezione Magistrale
     
    La protesi di rivestimento nell’artroplastica di spalla: indicazioni, limiti e note di tecnica”

    Università degli Studi di Messina
    Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia
    Coordinatore Prof. M.A. Rosa

    Relatore: Dott. Eugenio Barbieri
    Responsabile U.O. Ortopedia
    Casa di Cura Cappellani Giomi – Messina

    Messina, 28 maggio 2013

    Università degli Studi di Messina, Aula V – Padiglione E

    Nell’ambito dell’attività di collaborazione tra la Scuola di Specializzazione in Ortopedia eTtraumatologia dell’Università di Messina diretta dal Prof. M.A.  Rosa  e la Casa di Cura “Cappellani Giomi S.p.A” di Messina è stato sviluppato uno studio retrospettivo e prospettico sulla chirurgia protesica della spalla e più segnatamente sulla protesi di rivestimento nel trattamento dell’artrosi gleno-omerale.
    Forte dell’esperienza maturata nel corso degli anni il Dott.  Eugenio Barbieri, Responsabile dell’Unità Operativa di Ortopedia, della casa di cura “Cappellani Giomi”, terrà il 28/05/2013 alle ore 15.00 una lezione magistrale sulle indicazioni, sulla tecnica e sui limiti della protesi di rivestimento di spalla.
    Verranno inoltre riportati i risultati ottenuti su n. 25 pazienti operati di protesi di rivestimento omerale nel 2012 di cui 13 di sesso maschile e 12 di sesso femminile con età media di 50 anni; in 8 casi è stata impiantata una protesi di rivestimento CTA per artropatia da cuffia.
    La selezione dei pazienti è stata particolarmente accurata; tutti i soggetti sono stati sottoposti ad uno studio diagnostico della spalla che comprendeva l’esame rx della spalla nelle proiezioni AP-LL, defilè del sovra spinoso, un’esame TC  e RMN dell’articolazione gleno-omerale.
    La tecnica chirurgica è stata eseguita sempre dallo stesso operatore, dopo l’intervento tutti i pazienti sono stati immobilizzati con tutore in abduzione per 3 settimane e hanno intrapreso un percorso riabilitativo personalizzato volto al recupero funzionale e della forza.
    Tutti i pazienti sono stati sottoposti al controllo clinico e radiografico della spalla a 1, 2, 6 e 12 mesi dall’intervento chirurgico.
    Sono stati inoltre valutati con la scheda di Constant pre e postoperatoria ottenendo risultati buoni e eccellenti nel  98% dei casi.
    Il ritorno alla normale attività è avvenuto al 5° mese post  operatorio.
    Sulla scorta dell’esperienza maturata e i risultati ottenuti nel corso degli anni l’utilizzo della protesi di rivestimento rappresenta una valida  metodica chirurgica che a fronte di una lunga curva di apprendimento garantisce risultati eccellenti solo in casi selezionati e accuratamente valutati con un iter diagnostico completo.