• IFCA
  • by Cristina Novellino
  • 18/05/2012
    Evento Accreditato ECM – 6,8 crediti
     
    “Retraining per formatori BLSD”

    Responsabile Scientifico/Culturale e Docente:
    Dott. Mario Rugna

    Dirigente Medico di I livello presso la S.O.C. Emergenza 118 Elisoccorso
    Attività di Emergenza Sanitaria Territoriale su ambulanza di soccorso e rianimazione
    Membro dello staff della Direzione della S.O.C. Emergenza 118 Elisoccorso

    Incarico Professionale (Delibera Direttore Generale Az. USL 10 Firenze n. 916 30 Dic. 2011) Innovazione e Formazione presso la S.O.C. Emergenza 118 Elisoccorso

    19 maggio 2012
    Sala Riunioni “Villa Ulivella e Glicini”
    Via del Pergolino, 4/6 – Firenze

    Per eventuali ulteriori informazioni e per iscrizioni contattare l’Ufficio Formazione allo 055/4296158 (Dott.ssa Emilia Villari)

    Figure professionali interessate: Medici istruttori BLSD

     
    Obiettivo Principale
    Aggiornare i discenti già istruttori su procedure e linee guida internazionali relative al BLSD
     
    “Abstract”
    Il corso, rivolto ad istruttori BLSD, si pone come obiettivo l’aggiornamento tecnico-culturale dei discenti-istruttori sulle nuove linee guida internazionali ILCOR ottobre 2010 che prevedono modifiche sia sui concetti base, che sulle tecniche della rianimazione cardio-polmonare di base.

    I discenti, inoltre, verranno aggiornati sui nuovi metodi di didattica che tengono conto dei supporti tecnologici attualmente a disposizione.
    L’introduzione del DAE (Defibrillatore automatico esterno) nella sequenza del BLS pone nuove problematiche tecnico-didattiche che verranno ampiamente sviscerate nel corso dell’incontro formativo.

    L’incontro si articolerà quindi in:
    – lezioni frontali nelle quali il docente spiegherà le principali modifiche apportate secondo le nuove linee guida ILCOR alle procedure di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce.
    Successivamente il docente si soffermerà anche sulle nuove modalità e tecniche didattiche da dover adottare
    – training tecnico/pratico sul manichino con istruttore orientato al BLS ed all’utilizzo del DAE; verranno simulati i seguenti scenari:
    1. FV che si trasforma in ritmo efficace dopo il primo shock.
    2. FV che richiede quattro shock: shock indicato per tre volte, 1 minuto di RCP, shock indicato, shock non indicato e polso assente.
    3. Asistolia come ritmo iniziale: il paziente non riceve shock ma solo RCP per 1 minuto, quindi valutazione del polso e nuova analisi.
    4. Shock indicato seguito da shock non indicato dopo la defibrillazione: shock indicato, shock non indicato e polso assente, un minuto di RCP, shock indicato, shock non indicato polso presente.
    5. La defibrillazione successiva al ritmo efficace: il paziente riceve due shock; le pulsazioni riprendono ma poco dopo si arrestano nuovamente, evento segnalato dal DAE con l’invito a ricontrollare il paziente. Il ritmo è ancora una FV; il paziente riceve un terzo shock e si ripristina un ritmo spontaneo emodinamicamente valido.
    6. Le complicanze da artefatti: consente all’istruttore di enfatizzare l’importanza di non toccare il paziente durante la fase di analisi per non inficiarla.