Provider n.6150 n.280467 Crediti ECM: 8
     
     
    “Moderni Approcci Riabilitativi nella Chirurgia Protesica di Anca e Ginocchio”

    Responsabile Scientifico:

    Dott. Dario Rossetti
    Responsabile Reparto di Riabilitazione Motoria Villa Betania – Roma

    7 dicembre 2019
    Villa Betania Giomi S.p.A.
    Via Pio IV n. 42 – Roma

     
    Destinatari: Medico Chirurgo: Geriatria; Patologia Clinica (Laboratorio Di Analisi Chimico-Cliniche E Microbiologia); Cardiologia; Medicina Interna; Medicina Generale (Medici Di Famiglia).
    Infermiere.
    Medico Chirurgo: Medicina Fisica e Riabilitazione; Medicina Generale (Medici Di Famiglia); Ortopedia e Traumatologia. Fisioterapista. Infermiere.

    Numero max partecipanti per edizione: 50

    Partecipazione Gratuita

    Segreteria Organizzativa:

    GioAcademy – Responsabile Annamaria Sanna, tel. 06/622245602 mail GioAcademy@giomi.com

     
     
    Obbiettivo Formativo: 1 – Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell’evidence based practice (EBM – EBN – EBP)
     
    Razionale
    Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad un progressivo incremento numerico degli impianti protesici dell’anca e del ginocchio.
    Le motivazioni riguardano aspetti multifattoriali: larga diffusione dell’argomento tra la popolazione, prolungamento della vita media, miglioramento delle tecniche chirurgiche, maggiore sopravvivenza degli impianti, e soprattutto migliori risultati funzionali.
    A quest’ultimo riguardo, se da un lato è sicuramente vero che una artroprotesi non impiantata a “regola d’arte” sarà presto o tardi un fallimento, dall’altro è altrettanto vero che un impianto radiogicamente ineccepibile può essere un fallimento funzionale qualora non sia stato intrapreso un corretto e tempestivo programma riabilitativo.
    Il fisioterapista può diventare il vero realizzatore ultimo di un successo; infatti tutte le sinergie poste in campo dalla stretta collaborazione di chirurghi, anestesisti, fisiatri ed infermieri hanno come unico scopo quello di permettere al riabilitatore di iniziare un precoce e rapido recupero del paziente (Fast-Track).
    Questo breve incontro con i fisioterapisti per ribadire come la multidisciplinarietà e la centralità del paziente coinvolgano anche queste figure sanitarie e rappresentino gli unici presupposti per ottenere risultati ripetibili e duraturi nel tempo.
     
     
    Programma