• IFCA
  • by Cristina Novellino
  • 09/04/2010
    Conferenza Stampa
     
    "A Firenze il primo bisturi cibernetico del Centro Italia”

    È attivo presso la Casa di Cura Ulivella
    il primo Sistema CyberKnife® del Centro Italia,
    il quarto nel nostro Paese

    Leggi la News

    logo IFCA Logo Università Logo Giomi Firenze

    COMUNICATO STAMPA

    A Firenze il primo bisturi cibernetico
    del Centro Italia

    Conferenza stampa
    mercoledì, 7 aprile 2010
    ore 11.30

    Sala della Gherardesca
    Hotel Four Seasons
    Borgo Pinti, 99 Firenze

    È attivo presso la Casa di Cura Ulivella
    il primo Sistema CyberKnife® del Centro Italia,
    il quarto nel nostro Paese

    Modera la conferenza stampa:

    Dott. Mario Pappagallo
    Corriere della Sera

    Benvenuto:

    Dr. Vinicio Biagi
    Direttore Generale diritto alla Salute e politiche di solidarietà
    Regione Toscana

    Intervengono:

    Prof. Franco Casamassima
    Ordinario di Radioterapia presso l’Università di Firenze
    Responsabile U.O. di Radiobiologia Clinica Università di Firenze – Casa di Cura Santa Chiara

    Prof. Gianfranco Gensini
    Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia
    dell’Università di Firenze

    Prof. Gianni Amunni
    Direttore operativo dell’Istituto Toscano dei Tumori

    Prof. Giampaolo Biti
    Professore Ordinario di Radioterapia Oncologica – Università degli Studi di Firenze
    Direttore della Clinica Radioterapica – Azienda Ospedaliera Careggi Firenze

    Ing. Luigi Marroni
    Direttore Generale ASL 10 di Firenze

    Dott. Francesco Matera
    Amministratore Delegato IFCA

    Dott. Emmanuel Miraglia
    Presidente IFCA – Consigliere Delegato Gruppo GIOMI

              

    Al termine della Conferenza stampa è prevista una visita al Centro Cyberknife® presso la Casa di Cura Villa Ulivella

     
    Firenze, 7 aprile 2010
    È attivo presso la Casa di Cura Ulivella di Firenze il primo Sistema CyberKnife® del
    Centro Italia, il quarto nel nostro Paese.
    Questo gioiello tecnologico è considerato il sistema più accurato al mondo per i
    trattamenti di radiochirurgia. L’apparecchiatura è capace di “colpire” tumori ed altre lesioni in ogni parte del corpo, con elevata precisione e accuratezza.
    Questa tecnologia innovativa è già largamente impiegata per il trattamento non invasivo di patologie tumorali in aree cliniche quali la spina dorsale, l’encefalo, i polmoni, il fegato, il pancreas e la prostata.
    Il trattamento con CyberKnife® avviene in regime ambulatoriale, senza la necessità di un ricovero ospedaliero, ed è del tutto indolore.
    Attualmente sono quasi 200 le postazioni CyberKnife® nel mondo, di cui 22 in Europa e 4 in Italia, ed oltre 80.000 i pazienti trattati nel mondo.
    La Regione Lombardia, dopo aver esaminato gli eccellenti risultati ottenuti dopo i primi cinque anni della sperimentazione, il 16 dicembre 2009 ha deliberato (n° 10804), sotto la voce “Determinazioni in ordine alla gestione del servizio socio sanitario regionale per l’esercizio 2010”, l’inserimento a tariffa nella branca di Radioterapia della prestazione “Radioterapia stereotassica senza casco con braccio robotico per il riposizionamento ed il controllo on line del bersaglio” (DRG 92.29M), trattamento a cui il Paziente ha accesso con impegnativa del Medico Curante. Questo provvedimento è importante perché in base al Testo Unico di Compensazione interregionale della mobilità sanitaria del 20.07.2009 qualunque Paziente, di qualunque Regione Italiana può accedere al trattamento con il Sistema CyberKnife® usufruendo del Sistema Sanitario Nazionale.
    “Il Centro di Radioterapia della Casa di Cura Santa Chiara ha sempre avuto una vocazione verso i trattamenti di tipo stereotassico ad alta precisione” – sostiene il Prof. Franco Casamassima, Ordinario di Radioterapia presso l’Università di Firenze e Responsabile dell’U.O. di Radiobiologia Clinica dell’Università di Firenze, che ha sede presso la Casa di Cura Santa Chiara. “Dal 1998 il Centro ha iniziato i trattamenti stereotassici per lesioni encefaliche e dal 2002, primo in Italia, ha cominciato ad applicare i trattamenti stereotassici anche in sedi extracraniche. Dal 2005 è stata implementata una nuova macchina radioterapica con avanzate tecniche di visualizzazione della sede della neoplasia da trattare, di ricostruzione tridimensionale durante il trattamento del set-up del paziente e di correzione dell’internal margin del paziente, grazie a tecniche IGRT (Imaged Guided Radiotherapy). Con questa macchina, dal 2006 ad oggi, abbiamo trattato oltre 750 pazienti con trattamenti di stereotassi, sia in sedi craniche che extra-craniche”.
    Nell’ottica di un ulteriore sviluppo di questa esperienza, nel 2009 è stata decisiva l’acquisizione del CyberKnife®, una macchina progettata elettivamente per i trattamenti di radiochirurgia e radioterapia stereotassica, che consente di trattare con maggior sicurezza sedi estremamente critiche e di applicare nuovamente il trattamento ai pazienti già trattati in altre sedi con radioterapia tradizionale e ad essa recidivati.
    Non a caso, infatti, i primi trattamenti effettuati con il CyberKnife® di Firenze hanno riguardato cinque pazienti di cui due con recidiva di lesione neoplastica cerebrale già precedentemente sia operata che irradiata e altri due con recidiva in sede vertebrale di neoplasia già precedentemente irradiata con tecnica tradizionale presso altro Centro. Il pregresso trattamento aveva già somministrato alla struttura critica del midollo spinale la dose di tolleranza. Sono questi casi emblematici in cui solo l’altissima precisione (inferiore al millimetro) del trattamento Cyberknife® poteva consentire un ritrattamento. Il quinto paziente presentava due metastasi epatiche con tumore primitivo controllato non suscettibili di resezione chirurgica o termoablazione. Questa ultima sede, il fegato, come il polmone, si può notevolmente avvalere del software “Syncrony®” che consente di seguire gli spostamenti respiratori del bersaglio tumorale.
    Tutte queste premesse supportano l’intenzione di ottimizzare l’uso della macchina attraverso una selezione interdisciplinare delle indicazioni e della casistica che veda assieme Radioterapisti, Neurochirurghi, Chirurghi toracici, Chirurghi addominali, ORL, etc. ed Oncologi medici.
     
    Il Sistema CyberKnife
    Sala di trattamento CyberKnife® presso la Casa di Cura Ulivella di Firenze  

    La Radiochirurgia è una tecnica che adopera alte dosi di radiazioni per colpire con
    precisione sub-millimetrica il target tumorale, in modalità non invasiva e con intento
    paragonabile a quello della chirurgia tradizionale.
    Negli ultimi anni l’introduzione del Sistema CyberKnife® ha rivoluzionato la
    radiochirurgia
    , non solo per il trattamento dei tumori cerebrali e di quelli della spina
    dorsale che da anni erano trattati con la radioterapia, ma anche e soprattutto per quelli
    extra-cranici: ora tumori del polmone, del fegato, della prostata e del pancreas possono
    essere sottoposti ad un trattamento con CyberKnife® con risultati a livello mondiale sempre
    più incoraggianti. Gli studi in corso dimostrano come praticamente ogni parte del corpo
    umano può o potrà essere trattata con questa metodica.

    Sala di trattamento CyberKnife®
    presso la Casa di Cura Ulivella di Firenze
    Il CyberKnife® è un Sistema di Radiochirurgia non invasiva che, sfruttando la robotica e un sistema di guida mediante immagini combinate (tac – risonanza magnetica), rende possibili interventi radiochirurgici ponendosi come alternativa alla chirurgia tradizionale per il trattamento di patologie maligne, malformative o funzionali praticamente in qualsivoglia sede anatomica. Questo tipo di trattamento, che somministra alte dosi di radiazioni con estrema precisione, offre nuove opportunità ai pazienti con tumori inoperabili, a coloro in cui per comorbidità è impossibile l’intervento chirurgico o, infine, a coloro che rifiutano l’opzione chirurgica.
    È interessante segnalare che da circa un anno è in corso in quattro grandi centri ospedalieri americani uno studio comparato tra Pazienti con tumore al polmone chiamato STARS (Steretactic Radiotherapy versus Surgery). I Pazienti vengono curati o con la chirurgia tradizionale o solo con il CynerKnife®. I risultati di questo studio saranno noti fra tre anni e potrebbero portare ad una rivoluzione nell’attuale concezione della chirurgia come “gold standard”, ovvero la migliore opzione terapeutica che a tutt’oggi si può offrire ai Pazienti affetti da tumore al polmone al primo stadio.
    Un utile approfondimento rispetto al Sistema CyberKnife®, è rappresentato dall’innovativo sito “Radiochirurgia.tv” (www.radiochirurgia.tv) che ha lo scopo di presentare la tecnica, spiegarne in modo semplice ma scientificamente preciso i campi di applicazione e le indicazioni tramite video interviste non solo ad esperti e medici di fama internazionale, ma anche a pazienti che hanno già affrontato il trattamento. Il sito si pone come obiettivo di diventare un punto di riferimento per i pazienti italiani, dando loro la possibilità di porre quesiti, non solo ad altri Pazienti, ma anche a Medici qualificati nel campo della Radiochirurgia. Il sito diventerà inoltre una “piazza virtuale” (forum) per gli specialisti che si vogliono confrontare con i propri colleghi sull’utilizzo di questa tecnologia.
     

    I Centri Cyberknife® attivi in Italia

    Vicenza
    Ospedale Civile San Bortolo

    Progetto Cyberknife® di Milano
    Centro Diagnostico Italiano (CDI) – Istituto Neurologico Carlo Besta – Azienda Ospedaliera "Ospedale San Carlo Borromeo"

    Firenze
    Casa di Cura "Villa Ulivella"
    Via del Pergolino, 4/6 – Firenze

    Messina
    Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Gaetano Martino
    Reparto di Radioterapia – Sezione CyberKnife
    ®

     

    L’installazione del CyberKnife® di Firenze è stata effettuata dal Partner italiano di Accuray Inc., ab medica S.p.A. (www.abmedica.it), l’Azienda leader in Italia nella gestione di piattaforme robotiche in diversi settori del biomedicale.

    logo  
    ab medica, nata nel 1984, è unica azienda in Italia per numero e qualità di partnership con le ditte produttrici leader di settore e offre consulenza e assistenza per una vasta gamma di dispositivi medici specialistici, con particolare attenzione alle tecniche più avanzate e mini-invasive che riducono i rischi, i costi, i traumi post-operatori e la necessità di assistenza a lungo termine.



     
    Rassegna Stampa
    Brochure
     
    Visualizza il Video
     
    Intervista Prof. Casamassima “Succede in Toscana”, 7 maggio 2010
     
    Intervista Prof. Casamassima con Alessandro Masti, 26 maggio 2010